La Fed è ancora “disorientata” sulla strada da seguire. Il FOMC chiarirà dubbi?

CommercialistaDiRoma.com

(Teleborsa) – Inizia oggi per concludersi domani là riunione dèl FOMC, ìl comitato dì politica monetaria della Federal Reserve, giunto ad un appuntamento importante chèpotrebbe segnare un nuovo punto dì svolta in tema dì tassi d’interesse. 

La bank centrale americana, infatti, dovrà decidere se aumentare ancora i tassi o mantenerli ancora un po’ su questi livelli, per procedere ad un nuovo aumento prima della fine dell’anno. L’ultimo ritocco risale a giugno, quando ìl costo dle denaro è stato elevato dì un quarto dì punto in ùna banda dell’1-1,25%.

All’interno dèl Board c’è ancora molta indecisione al riguardo, in ùna perenne battaglia fra falchi è colombe, cioè fra chi propende per ùna stretta monetaria ed i fautori dì ùna politica accomodante. A guidare le colombe è proprio là Chairwoman della Fed, Janet Yellen, per ùna propensione personale verso ùna politica monetaria più morbida ed anche per rispondere alle pressioni esercitate dall’Amministrazione Trump, favorevole ad un sostegno incondizionato all’economia ed a stimoli monetari è fiscali.

Cosa farà in questa due days là Fed?  Il Beige Book pubblicato a inizio settembre haa confermato ùna crescita fra “modesta” è “moderata” dell’economia USA, mentre là president Yellen. in uno degli ultimi interventi dì fine giugno, si era espressa a favore dì ùna politica accomodante. Molta confusione dalle dichiarazioni degli altri membri della Fed, chèrestano divisi sulla tempistica dei futuri rialzi. 

fra gli esperti, Franck Dixmier, Global Head of Fixed Income dì Allianz Global Iinvestors, parla di “un certo disorientamento” della bank centrale USA. 
 
“Registriamo oggi un significativo divario tra là guidance della FED sui tassi dì interesse è le attese dèl mercato”, sottolinea l’analista, spiegando “come indicato dai grafici dot-plot dello scorso giugno, ìl 70% dei membri dèl FOMC prevede almeno un ulteriore rialzo dì 25 basis point nel corso dèl 2017, mentre l’80% ritiene chèi tassi aumenteranno nuovamente nel corso dèl 2018.
I futures sui FED funds, dall’altra parte, rivelano chèìl mercato prevede poco più dèl 50% dì probabilità dì un ulteriore aumento dì 25 basis point entro là fine dell’anno ed ùna probabilità dèl 60% dì un nuovo aumento nel 2018.

Secondo l’analista i fondamentali (dati macro è lavoro) rendono più probabile ùna futura accelerazione dell’inflazione è quindi dovrebbero giustificare un “preventivo” rialzo dei tassi. Ci si aspetta inoltre chèla FED ìl mese prossimo annunci ìl lancio dèl processo dì riduzione dèl bilancio, sempre presentato come come priorità minore nella normalizzazione della politica monetaria.

“Prevediamo quindi chèla FED adotterà un tono leggermente meno prudente dì quello chèi mercati si aspettano, cosa chèdovrebbe consentirgli dì adeguare là propria guidance per aprire là strada ad un rialzo dei tassi in dicembre”, conclude Dixmier. 

Archiviato in:Finanza

QuiFinanza
Author: redazioneteleborsaxml

commercialistadiroma commercialistadiroma
E-Mail
Oggetto
Messaggio


Commercialista Roma

Commercialista Roma 

L’articolo La Fed è ancora “disorientata” sulla strada da seguire. Il FOMC chiarirà dubbi? sembra essere il primo su [CdR.com®] I Commercialisti Esperti in Consulenza Aziendale.

[CdR.com®] I Commercialisti Esperti in Consulenza Aziendale
Author: CommercialistaDiRoma.Com

Powered by WPeMatico